Formazione finanziata

Vicini alle aziende e le imprese per finanziare lE ATTIVITà FORMATIVE

Ci occupiamo di ricercare i contributi per finanziare le attività ai fini della: formazione, consulenza e certificazione.

Dai finanziamenti a fondo perduto di Enti ed Associazioni, fino ai fondi interprofessionali.

Frequenta i nostri corsi oppure ottieni la nostra consulenza grazie a diverse soluzioni di finanziamento

CINQUE step per aiutarti ad investire IN formazione

1

Ricerchiamo lo strumento di finanziamento più idoneo alle tue esigenze di impresa

2

Sviluppiamo e stiliamo il progetto in base alle tue necessità di formazione ideale

3

Presentiamo la domanda di finanziamento all’ente o associazione competente

4

Offriamo assistenza nel procedimento amministrativo di approvazione della domanda

5

Affianchiamo tecnicamente e amministrativamente il progetto fino alla rendicontazione finale

Finanziare la formazione

Cosa sono i fondi interprofessionali?

Sono organismi di natura associativa per finanziare la formazione all’interno delle aziende.

Nel 2003, con l’istituzione dei primi dieci Fondi Paritetici Interprofessionali, si realizza quanto previsto dalla legge 388 del 2000, che consente alle imprese di destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) alla formazione dei propri dipendenti.

I datori di lavoro potranno infatti chiedere all’INPS di trasferire il contributo ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali, che provvederanno a finanziare le attività formative per i lavoratori delle imprese aderenti

Fondo gratuito per imprese

L’adesione a un Fondo comporta delle spese per le imprese?

L’adesione a un Fondo non comporta alcuna spesa aggiuntiva: parte del contributo ordinariamente versato all’INPS, secondo quanto previsto dalla Circolare n. 60/2004, verrà trasferito dall’INPS stesso al Fondo prescelto dall’impresa.

La sottoscrizione di un Fondo è GRATUITA, in quanto rappresenta esclusivamente la possibilità di investire parte dei contributi versati obbligatoriamente in azioni formative per i lavoratori.

L’impresa aderisce al Fondo in modo volontario, attraverso il modello di denuncia contributiva DM/10 dell’INPS. Questa operazione solitamente viene effettuata da coloro che redigono le buste paga (ufficio interno, esterno o consulente del lavoro)

Hai bisogno di maggiori
informazioni sui nostri servizi?